Doppio lavoro

Già che non ho moltissime occasioni per degustare, almeno mi dedico alla parte teorica. E quindi leggo, leggo, leggo… e il web ha sostituito, anche per ragioni di fruibilità e comodità, la vecchia edicola. Qui sotto elenco le fonti che, a mio modestissimo avviso, meritano attenzione. L’ordine è esclusivamente alfabetico… e vista la quantità immagino comprendiate il titolo del post.
Un siffato elenco (45 link, ed ho volutamente escluso siti istituzionali e di produttori) non può essere liquidato velocemente: tutti, bene o male, scrivono con cadenza quotidiana e spesso e volentieri non si limitano a brevi post… anzi, alcuni sono talmente densi e pieni di riferimenti o citazioni che la lettura e la comprensione risultano rallentati per un neofita come me. E, se proprio si vuole essere critici, in alcuni casi alcuni di loro sono talmente criptici che ti viene il dubbio che stiano parlando in codice e che solo gli “iniziati” possano comprendere cosa si va dicendo… ma questo è solo il parere di uno che è alle prime armi. Tutti insieme rappresentano il gotha della comunicazione enoica in Italia (ed esteri, in alcuni casi): si conoscono tra di loro, si rispondono, discutono, dando vita ad una community molto accesa, calda e dialogante (talvolta litigano anche di brutto e gli schieramenti sono oramai abbastanza chiari)… Un fatto che desta la mia curiosità è la distribuzione geografica: molti di loro operano nell’Italia centrale (Toscana, Lazio, Umbria) e meridionale (la Campania è molto rappresentata). Per l’Italia settentrionale Lombardia, Liguria e Veneto… ed il Piemonte? A parte gli amici-maestri di MySobry e il sommelier “Leone”, anch’egli canavesano, la mia regione sembra latitare .. e non mi stupisce che una delle principali regioni vitivinicole italiane resti “nascosta”, quasi a voler confermare le dicerie sui piemontesi… certo abbiamo fior fior di giornalisti (Massobrio, ad esempio), associazioni e movimenti che hanno avuto origine in Piemonte… ma non abbiamo grandi comunicatori del vino come uno Ziliani o un Gori… spero di sbagliare e di essere smentito.
Per tornare al titolo del post… è sicuramente una faticaccia stare dietro a tutti… ma è l’unico modo per imparare qualcosa da chi ne sa più di me…
Ecco l’elenco:

Altissimoceto
Aristide – Blog di viaggio nel vino
Barolo & Co.
Blog&Wine
Decanter
DEGUSTAZIONI A GRAPPOLI
Diario enotecario
divinando
Divino Scrivere
DiWineTaste – Cultura e Informazione Enologica
Do Bianchi
Dr Vino’s wine blog
Elogio dell’invecchiamento
Enoiche Illusioni by Jacopo Cossater
ENOMALIE
Esalazioni etiliche
Euthymia – Fabio C.
Francesco Annibali
I numeri del vino
Il giornale del vino
In Vino Veritas – L’AcquaBuona
Il viandante bevitore
VINO di Ernesto Gentili e Fabio Rizzari
laVINIum – rivista di vino e cultura online
Le pubbliche relazioni del vino
Leonesommelier
Luciano Pignataro
Marketing e comunicazione del vino e dell’agroalimentare
MySobry
Percorsi Di Vino
Porthos – Porthos
TheWineBlog.net (it)
TigullioVino.it – Il portale del Vino
uvAromatica
Vinix – Wine & Food Social Network
Vino al vino
Vino da Burde
Vino
Vino24
VINOWIRE.COM
Wine is love – Il blog di Francesco Zonin
Wine Spectator Home
WineNews – The Pocket Wine Web Site in Italy
WineReport – Il vino è online
Wino, ovvero Marketing di Vino

About enofaber