Ancien Cépage – Cave Des Onze Communes

logoIn questi giorni, per motivi di lavoro, mi sono trovato più volte in Valle d’Aosta: regione sempre splendida ed affascinante, nonostante il brutto tempo insistente. L’altro ieri mi sono fermato per pranzo in un bar: vicino al banco c’era una lavagnetta con un elenco di vini in mescita al bicchiere; vini piemontesi, veneti, siciliani e poi i valdostani: un torrette, un muller thurgau e questo, almeno per me, sconosciuto: Ancien Cépage (la vecchia vigna) della Cave des Onze Communes di Aymavilles, splendido centro situato poco dopo Aosta verso l’Alta Valle.
Ho chiesto cosa fosse e mi è stato detto che è un assemblato di tre autoctoni valdostani: fumin, petit rouge e mayolet (purtroppo non ho potuto prendere la bottiglia tra le mani per leggere qualche informazione aggiuntiva). Un vino che si mostrava rosso rubino carico ed abbastazna intenso, luminoso; discretamente consistente, al naso impiegava qualche minuto ad aprirsi e metteva in evidenza il fruttato (marasche, frutti di bosco, leggermente sotto spirito), un leggero sentore di erbe aromatiche e qualche spezia (vaniglia, probabilmente è affinato in barrique). In bocca potente e carnoso, piacevole, secco, caldo, discretamente fresco e con tannini abbastanza morbidi; lungo e persistente in bocca, anche se a mio avviso la nota vanigliata è ancora troppo evidente. Tutto sommato equilibrato, per quanto ancora in evoluzione. A mio modestissimo avviso è un vino che rappresenta abbastanza bene il territorio sia nei profumi, sia nel corpo, sia nel “carattere”, subito scontroso poi decisamente piacevole. Un vino da tenere in cantina e da degustare in qualche piovosa giornata autunnale…

About enofaber