Roero 2005 e 2006 – Filippo Gallino

roeroAll’interno del Palazzo della Mostre di Piazza Medford era possibile assaggiare alcuni vini alla presenza dei produttori. La scelta su questa azienda, al Filippo Gallino, è caduta per l’omonimia (solo del cognome): al di là della simpatia e della gentilezza dimostrata devo dire che il Roero assaggiato, sia nell’annata 2005 sia in quella 2006 è stato molto valido; nel caso del 2005 il colore era granato, mentre nel 2006 il rubino al faceva ancora da padrone; le note fruttate del 2006, nel campione del 2005 rimanevano andando però più su note di frutta matura e qualche sensazione di tabacco che il 2006 ancora non mostrava. In bocca piacevoli, con tannini più aggressivi nel 2006, mentre nel 2005 erano molto più addomesticati. Persistenti con una bella sfumatura amarognola nel caso del 2005; nel 2006 era invece sorprendente la corrispondenza naso-bocca. A mio parere un’eccellente rapporto qualità/prezzo (circa 10 euro a bottiglia). Da riprovare al più presto (ed andare a trovare a Canale).

Tags:

About enofaber