Lagrein Sanct Valentin 2004 – St Michael Eppan

lagreinVi capita mai di partire con l’idea di volere bere qualcosa prima ancora di sapere cosa si mangerà? Questa sera avevo voglia di bere un vino altoatesino, o un Lagrein o un Pinot Nero (Blauburgunder). E la scelta è caduta su questo autoctono della cantina di San Michele Appiano del 2004; il Lagrein è uno di quei vini che sia in versione base, sia in versione più strutturata regalano piacevoli sensazioni. E questo assaggio non è stato da meno, anzi, ha regalato belle sensazioni. Già il colore è particolare: rosso rubino carico, scuro, impenetrabile, con una leggera unghia granato ma che denota allo stesso tempo una bella vivacità; abbastanza consistente, al naso mostra subito sentori di frutta sotto spirito e una carica alcolica non indifferente, che con il passare dei minuti scema, lascinado posto a sentori terziari di vaniglia e di tabacco; una leggera terrosità (quasi di humus) chiude il corredo olfattivo di questo vino che si apre piacevolemente nel corso della serata (al termine della cena era rimasto un po’ di vino nel bicchiere di mia moglie e i sentori terziari erano ancora più marcati e affascinanti). In bocca entra deciso; l’alcol (14%) non si nasconde ma viene contrastato dalla freschezza e da una sapidità sorprendente, dando a questo vino una bevibilità ottima e un grande equilibrio; tannini rotondi e morbidi che fanno chiudere questo vino con una nota leggermente amarognola molto piacevole; persistente, si fa bere con estrema semplicità. Ottimo assaggio.

Tags:

About enofaber