Astraio 2008 Toscana Maremma IGT – Rocca di Montemassi

astraioRiprendo a scrivere sul mio blog parlando di un vino che Francesco Zonin, cognome che non necessita di presentazioni, ha proposto per la seconda tasting list, in cui sono stato incluso. Seppure con un po’ di ritardo, ho finalmente degustato questa bottiglia, l’Astraio 2008 (qui la scheda tecnica). Bottiglia che mi sorprende, non poco: il Viogner, vitigno tipicamente francese della zona del Rodano, non lo avevo mai assaggiato; quindi Viogner “atipico”, in purezza e toscano. Già il colore è molto intrigante, paglierino abbastanza carico, brillante ed accattivante, quasi sorprendente per un vino così giovane; al naso emergono subito le note fruttate di pesca (ed in seconda battuta, frutta tropicale) e alcuni sentori floreali, biancospino mi verrebbe da dire. In bocca entra deciso: secco, fresco ed abbastanza caldo. Ma le caratteristiche che lo contraddistinguono, a mio parere, sono la corrispondenza con il naso (di nuovo pesca ed ananas) ed una sapidità ben marcata, che dona quella leggera nota amarognola. Bella struttura e buona persistenza. Nell’insieme è un vino con una bella bevibilità: da bere subito, ma non escludo che in evoluzione possa serbare ancora qualche sorpresa…
Ovviamente un sincero ringraziamento a Francesco e alla sua coraggiosa idea (alla pari di Poggio Argentiera) della tasting list.

Tags:

About enofaber