Cannonau di Sardegna Doc Nepente di Oliena 2006 – Cantina Oliena

Torno virtualmente in Sardegna per assaggiare nuovamente il Cannonau della Cantina di Oliena. In passato, su questo blog, avevo parlato della Riserva 2004, vino che mi aveva ampiamente soddisfatto. In questo caso il mio assaggio riguarda la versione “base” del 2006: bel colore rubino ancora molto fitto e impenetrabile; sull’unghia mostra i primissimi e tenui riflessi granato. Ma l’idea che dà, osservandolo, è quello di un vino ancora giovane che ha davanti a sè ancora un po’ di tempo.
Questa idea, però, svanisce con i primi sentori percepiti al naso: molto lontani, chiusi, il vino sembra reclamare, giustamente, tempo per dispiegarsi. E quando riesce ad uscire l’impressione è quella di un vino austero, con la frutta sotto spirito in prima fila e a seguire un corredo di spezie ed erbe aromatiche ben definite ed affascinanti. Sicuramente un naso non giovane. Ed in bocca si conferma vino poco sbarazzino ma, al contrario, molto impegnativo: primissima impressione, negativa, di un gusto quasi marsalato. Per fortuna è solo l’attacco iniziale: il tempo e l’ossigeno lo rendono un vino molto piacevole, ottima struttura, tannini morbidi e freschezza presente ma ben integrata. Un vino pastoso, mi verrebbe da dire, non tanto nel senso etimologico della parola (sebbene si possa evidenziare una certa qual “densità” nella beva), quanto perchè chiama “pasto”, cibo, un accompagnamento adeguato. Un vino probabilmente giunto nella sua fase migliore, per quanto mi è dato capire dai sentori al naso e dall’assaggio in bocca. E quindi nell’immediato futuro “tirerò il collo” all’altra bottiglia che riposa in cantina…

Tags:

About enofaber