VdT uve stramature Luna – Luca Ferraris

E dopo il Sole non potevamo farci mancare la Luna. Se il primo era (anche se non lo si può dire perchè non previsto dal disciplinare) Ruchè, la Luna era frutto dell’appassimento del Grignolino (tanto per gradire qui il Grignolino 2008). Stiamo parlando, per chi non l’avesse ancora capito, dell’ennesimo assaggio riguardante un vino di Luca Ferraris, vigneron in quel di Castagnole Monferrato. Vino gentile, vagamente femmineo, nonostante gli si debba riconoscere un certo nerbo ed una certa struttura. Il colore è un rubino leggermente scarico, fedele riproduzione del vitigno originale, mai dotato di colori intensi. Al naso la prima impressione è quella di una nota alcolica un po’ strabordante. Poi rientra, lasciando il posto a sentori fruttati di prugna e leggere spezie: ha un qualcosa che può richiamare la cipria, leggermente “polveroso”. Profumi comunque delicati e gentili, mai troppo decisi. In bocca entra con la stessa delicatezza: alcool ben integrato, leggermente abboccato, dotato di buona acidità, non è per nulla aggressivo. Lascia in bocca un sentore leggermente amarognolo, nonostante il residuo zuccherino, che personalmente mi ricorda il tamarindo. Però nonostante la delicatezza dei sentori non si nasconde per struttura e persistenza. Bevuta tutto sommato interessante, seppur non dotato della potenza del Sole. Un vino lunare, in nome omen….

Tags:

About enofaber