Barbera d’Asti Doc Vigna Sant’Anna 2007 – La Casaccia

Questa bottiglia era lì, nel ripiano della dispensa, oramai da una settimana. L’avevo estratta dalla cantina con l’intenzione di berla appena possibile, ma solo oggi, complice un colpo di coda dell’inverno, ho trovato l’occasione giusta.
Barbera d’Asti 2007 de La Casaccia, azienda bio in quel di Cella Monte (Al), consigliatami da quel gran scout del vino che è Tirebouchon.
Barbera base, semplice semplice, che, da quel che posso aver capito, fa solo acciaio e nessun passaggio in legno. Semplicità è il carattere distintivo di questo vino: ed è il segreto per una bevuta piacevole e immediata.
Colore rubino intenso, carico, abbastanza luminoso: grande concentrazione di materia, pienezza che si riscontra al naso, con una confettura di frutti di bosco, precisa ed immediata, che la fa da padrone. Lontani ricordi floreali di rosa e una vaghissima “pungenza” di pepe chiudono il tutto. In bocca dimostra una discreta struttura e un profilo tondo, discretamente morbido. Le varie componenti sono ben equilibrate, con una predominanza, come mi sarei aspettato, dell’acidità. Tannini e alcool sono ben integrati; non è lunghissimo, lascia sentori di frutta matura in bocca; ma la piacevolezza della beva è esaltata da piatti succulenti, principalmente di carne (anche se devo ammettere che con la polenta concia faceva la sua egregia figura….)

Tags:

About enofaber