Colli Tortonesi Doc Barbera Sette Zolle 2007 – Cascina I Carpini

Assaggiando questo vino, ho avuto l’impressione che il carattere che emergeva man mano nella bevuta potesse essere assimilato a quello del patron de la Cascina I Carpini, al secolo Paolo Ghislandi. Un vino sincero, molto piacevole e immediato: medesima impressione ebbi nel corso di una cena in cui incontrai Paolo e la sua metà, Patrizia.
Questa è una Barbera all’85%, accompagnato da Cabernet e Croatina; fa solo affinamento in acciaio e bottiglia, senza il passaggio in legno. A distanza di due anni abbondanti, mi ha stupito per la freschezza e la piacevolezza dei sentori. Bevuta davvero molto, molto interessante.
Il colore è rubino acceso, con alcuni riflessi violacei, elemento che fa pensare ad un vino ancora molto giovane. Al naso è diretto, con la ciliegia in primissimo piano e a seguire leggeri ricordi di liquirizia e un briciolo di pepe. Tutti profumi netti, puliti, intensi e decisi. In bocca l’impatto iniziale è giocato sulle note astringenti dell’acidità e un lieve tannino; evidente ma mai fuori dal coro anche la sapidità, chiama cibo in maniera chiara e decisa. Una volta che la bocca si abitua alle caratteristiche acide ed astringenti, subentra anche una certa rotondità dovuta alla morbidezza e all’alcool perfettamente integrato. Chiude con note fruttate decisamente persistenti che avvolgono la bocca per diversi minuti. Una bevuta semplice, piacevole e coinvolgente, perchè viene subito voglia di riempire il bicchiere che rapidamente si svuota. Un vino da pane e salame, di quelli che berresti con molto gusto chiaccherando con un amico.
In fondo, questa semplicità nel bere e questo suo essere conviviale, sono delle caratteristiche che mi aspetto e cerco in una bottiglia di Barbera “base”. E voi, cosa vi aspettereste da una Barbera tipo questa?

Tags:

About enofaber