Valle d’Aosta Doc Petite Arvine 2007 – La Kiuva

Forse pensate che sia monotematico… sempre qui a parlare di Valle d’Aosta… ma quando si apprezza qualcosa perchè non raccontarlo? Proprio in questi giorni, tra l’altro, ho scoperto che la delegazione Ais del Canavese organizza una serata proprio sui vini della Valle. Mi fa piacere vedere che anche a livello “istituzionale” si muova qualcosa….
Ok, dopo questa divagazione torniamo a noi.. assaggio di questo Petite Arvine 2007 de la Kiuva, cooperativa di Arnad, bassa Valle… in passato dello stesso produttore avevo assaggiato l’Arnad-Montjovet 2007 ed il Picotendro 2008… io sapevo che il Petite Arvine era un vino da bersi giovane e quindi aprire un 2007 poteva essere potenzialmente rischioso. Per sgombrare subito il campo da eventuali dubbi, diciamo che il vino assaggiato era all’apice del suo percorso, anzi a voler essere pignoli cedeva qualcosa a livello gustativo. Ma l’assaggio è stato davvero interessante.
Colore paglierino carico, con riflessi dorati, intensi e brillanti. Al naso prevalevano, con una certa sorpresa, le nota floreali di sambuco ed erba e le note fruttate di mela. C’è un quid, a livello olfattivo, che regala sentori che definirei dolci, pur non riuscendo ad inquadrarli del tutto. In bocca è giocato sulla freschezza e sulla sapidità. Nulla da dire sull’alcool, ben integrato. Tende a scivolare via velocemente e in chiusura torna quel sentore “dolce” riscontrato al naso. Sembrerebbe quasi il campanello di allarme di una leggera ossidazione o marsalizzazione, ma non è così evidente: torno a ripetere che questo è solo pignoleria… Sta di fatto che, a mio avviso, è un vino oramai da consumare rapidamente, che non evolverà in alcun modo, se non verso una vecchiaia non esaltante. Piacevole assaggio davvero, al momento….

About enofaber