#Barbera1 – Ma cosa è?

Un amico mi ha fatto rilevare, giustamente, che dal post precedente non si evince cosa sia questo #Barbera1.
Innanzitutto è un’idea.
Un’idea partorita da quella mente fervida e geniale di Tirebouchon. Nata su Twitter e appoggiata, oltre che dal sottoscritto, anche da Giuliano Abate, Tartetatin e da Chiara Martinotti di Cascina Gilli.
Fondamentalmente, come si evince dal nome, l’oggetto/soggetto è il/la Barbera. Nella sua peculiarità e semplicità. E, perchè no, anche nel suo carattere mutevole legato a territori (o terroir) differenti.
La degustazione vedrà protagoniste 8 barbere (alla cieca, ovvio), 5 piemontesi e 3 provenienti da altre regioni (Lombardia, Emilia Romagna e, udite udite, Campania). Nessun passaggio in legno, solo acciaio, in modo da esaltare il vitigno, non correndo il rischio di coprirlo con altri sentori (sebbene un produttore che stimo molto, Mauro Spertino, ha contestato un po’ questa scelta, affermando che un passaggio in botte potrebbe aiutare ancora di più a far venire fuori i sentori tipici dell’uva e che la discriminante “solo acciaio” non è così “forte” dal suo punto di vista).
La degustazione avverrà il 15 maggio a Castelnuovo Don Bosco, in una location a mio parere molto affascinante, ossia le colline dove sorge Cascina Gilli. Oramai i 25 posti sono stati tutti presi e ci saranno persone che si faranno molti chilometri per partecipare: questo fa piacere ed è un segnale di come la rete riesca a coinvolgere persone molto distanti, ma legate da un sottile filo rosso. Ovviamente un filo rosso che sarà mosso da quei due anfitrioni che sono Tirebouchon e Giuliano Abate.
Nei prossimi giorni altre anticipazioni: in primis sulla location e poi, a seguire, alcune anticipazioni sui vini e sui produttori che parteciperanno…

Tags:

About enofaber