Vino Nobile di Montepulciano Docg Riserva 2004 – Azienda Agricola Crociani

Se il Vinsanto 2001 era il primo nella mia personale e relativa graduatoria, questo Vino Nobile di Montepulciano Riserva 2004 dell’Azienda Agricola Crociani è il secondo per piacevolezza ed interesse riscontrato. Sempre degustato nella cena punk, per onestà intellettuale ammetto che avrebbe meritato più “sostanza” nell’abbinamento (una bella bistecca o un arrosto). Anche se devo dire che prima con i wurster, poi con i formaggi è stato decisamente interessante. Vino che nonostante si fregi del titolo “riserva” (menzione data a quei vini che hanno 3 anni di invecchiamento in botte e sei mesi in bottiglia), pare ancora un giovincello un po’ scalpitante: bevuta attualmente già interessante, ma non ho timore nel dire che, a mio parere, il tempo gli donerà ancora più profondità e complessità.
Il colore è ancora rubino con chiari ed evidenti riflessi granato: colore compatto e impenetrabile. Al naso l’attacco è giocato su note speziate di tabacco e chiodo di garofano per poi evolvere su sentori che possono ricordare il balsamico, quasi mentolato. Poi sopraggiungono ovviamente note di frutta rossa sotto spirito (frutti di bosco). In bocca è da apprezzare per l’entrata equilibrata: buona freschezza e sapidità, alcool presente ma non esuberante; i tannini sono ancora un po’ “verdi” (o come ha detto un altro commensale ben più esperto di me, tannini in evoluzione). Il finale è abbastanza lungo e piacevole, giocato sul ritorno delle sensazioni speziate. Interpretazione elegante e ben riuscita.

Tags:

About enofaber