Ruchè di Castagnole Monferrato Doc 2008 – Cascina Tavijn

Oramai la giornata di #barbera1 si avvicina rapidamente. E come promesso, inizio a parlare delle aziende che troveremo in degustazione. Ma per non rovinare la sorpresa non voglio parlare delle barbere che assaggeremo (altrimenti che degustazione alla cieca sarebbe?). No, cercherò di parlare delle aziende raccontando un altro (o altri) vino che possono rappresentare al meglio lo spirito. Ed ho deciso di iniziare questa carrellata parlando di Cascina Tavijn (Scurzolengo, provincia di Asti) e del suo Ruchè 2008. Cascina Tavjin si è “materializzata” nella figura di Nadia Verrua, giovane vignaiola con le idee molto chiare sul biologico e sul come “fare” i propri vini. Emerge la passione, la curiosità e la preparazione: emerge un’Anima. Devo ammettere che l’incontro avvenuto pochi giorni fa mi ha colpito molto, davvero. Anche perchè tutto ciò si ritrova nei vini assaggiati. In tutti, nessuno escluso: e l’azienda produce Barbera (assaggiate 2005 e 2007), Grignolino (non testato) e Ruchè (assaggiati 2008 e 2009).
Questo Ruchè 2008 ci è stato presentato da Nadia come un figlio per certi versi “sorprendente”: l’annata in questione è stata molto difficile e la vinificazione ha dato non pochi grattacapi. Però alla fine è venuto fuori un vino con una grande personalità ed un profilo davvero interessante. Il colore, rosso rubino non particolarmente carico ed intenso è molto bello e luminoso: scivola lieve sui bordi del bicchiere e sprigiona, in maniera inequivocabile, sentori floreali di viola. Poi emergono delicati sentori speziati e un “nonsoché” di verde, giovane, quasi erbaceo. In bocca stupisce per la bevibilità, immediata e piacevole, ed è dotato di una buona freschezza e sapidità con un alcool ben integrato e tannini morbidi. Bell’equilibrio e struttura più che discreta. Assaggio decisamente convincente, a mio parere potrà regalare piacevoli sorprese nel lungo periodo (per la cronaca si è assaggiato anche il 2009: la nota stilistica di fondo emerge, seppur con grande fatica perchè ancora molto chiuso visto il poco tempo trascorso in bottiglia. Da lasciare lì e riassaggiare dopo l’estate).
Cascina Tavijn presenterà a #barbera1 la Barbera d’Asti 2007.

Tags:

About enofaber