AperiZero e vini canavesani – El Fornel, Alice Superiore

Come avevo anticipato, ieri sera sono stato a El Fornel per l’AperiZero.
Serata carina, per essere una prima volta anche ben orchestrata. Parecchie persone, tutte incuriosite dall’abbinamento apparentemente inconsueto. Buona cucina (un plauso di cuore a Marco e ai suoi collaboratori), dove spiccava, a mio avviso, il Risotto Carnaroli con borraggine, salsiccia di Drusacco ed Erbaluce Metodo Classico 2007 con un equilibrio e un delicatezza dei sapori davvero notevole. Convincenti le tomette della Valchiusella; personalmente non mi ha entusiasmato il Caponet di trota (foglia di cavolo al cui interno c’è trota della Valchiusella leggermente affumicata e patate rosse), in cui la delicatezza del pesce veniva coperta dal sapore deciso del cavolo. Per chiudere pasticceria secca canavesana, davvero piacevole.

E poi, per chi come me scrive di vino, soprattutto Erbaluce, in tutte le sue forme. Bianchi sapidi ed elettrici, bollicine eleganti e passiti che avvolgono il palato. Qualità media buona, con alcuni picchi di piacevolezza e qualche piccola delusione. Produttori affermati al fianco di esordienti con le prime vinificazioni. E poi il piacere di vedere degorgiare un metodo classico da 10 anni sui lieviti (interessante, anche se avrebbe meritato più tempo nel bicchiere per respirare e far evaporare alcune tracce di ossidazione).

Insomma, una serata riuscita ed interessante. Ed un modo per continuare a parlare di Erbaluce, vitigno troppo spesso sottovalutato.

Tags:

About enofaber