Erbaluce di Caluso Doc San Cristoforo 2008 – Le Baccanti

L’altro giorno sono sceso in cantina convinto di non avere più bottiglie di vino bianco. E invece, in mezzo ai rossi, è sbucata fuori questa “dimenticata” bottiglia di Massimiliano Bianco, patron del Le BaccantiErbaluce di Caluso Doc San Cristoforo 2008: si potrebbe definire paradigmatico, nonostante non fosse dell’ultima annata. Ma, a dirla tutta, a mio parere l’Erbaluce potrebbe avere potenzialità di invecchiamento (ne avevo già parlato in occasione di una verticale 2002-2008 de “La Rustia” di Orsolani): l’assaggio del San Cristoforo ha confermato questa impressione. Sarebbe curioso poter degustare qualche bottiglia più “datata”.
Ma torniamo all’assaggio dell’altra sera: colore paglierino, riflessi timidamente dorati, al naso era inizialmente giocato, in maniera tenue, su note di frutta tropicale (ananas) e leggermente floreale. Naso tipico, non particolarmente deciso, con il passare dei minuti regalava qualche sentore fruttato un po’ più “vivace”. In bocca brillava per la freschezza e la sapidità, anche in questo caso tipiche dell’Erbaluce. Ma seppur giocato sulle durezze, si notava una certa “gentilezza” (morbidità è un termine eccessivo) che avvolgeva la bocca con il passare dei minuti. Servito a 10° si è rivelato essere molto piacevole e rinfrescante, ideale per la calura degli ultimi giorni.

Tags:

About enofaber