Riesling Kabinet Troken 2008 – Schmitges

Altro riesling, questa volta della Germania, precisamente della Mosella. Meno immediato e definito rispetto al Riesling austriaco. Sarà la differenza di millesimo, sarà il territorio differente. Però in questo caso mi sento di poter dire che l’espressività del vino era più chiusa, lontana, difficile. O, quanto meno, meno immediata.
Bel colore paglierino pieno, mostrava una discreta consistenza che mi colpiva mentre lo facevo roteare nel bicchiere. Al naso mostrava subito sentori fruttati, mela e pera in prima fila. Poi un vago ricordo di fieno tagliato e la classica mineralità del riesling. Diciamo che al naso era molto classico, seppur giocato sulla delicatezza e la leggerezza. Stessa leggerezza che si riscontrava nella bevuta, con una freschezza e una sapidità che arrivavano lentamente dopo un inizio in sordina. La nota più evidente è l’essere secco, nessuno spazio agli zuccheri. Alcool ben integrato che supporta e sostiene questa vena di leggerezza. Discretamente lungo, ritornano in bocca i sentori fruttati.
Di per sè è stato un assaggio piacevole, sia chiaro. Però se confrontato al riesling austriaco la differenza è davvero evidente e notevole. Di là struttura, potenza ed eleganza, di qui delicatezza e timidezza. Interessante vedere come dallo stesso vitigno si possano avere risultati così differenti.

Tags:

About enofaber