Ristorante La Rocca – Sparone

Chi mi legge sa che non sono un recensore di ristoranti (se volete godere, in fatto di ristoranti, andate a leggere lui). Se con il vino sto imparando/ho imparato a de-gustare, con il cibo ho un approccio molto più primordiale, immediato, infantile. Il cibo è ancora principalmente alimento e non oggetto di analisi pseudo-sensoriale ed edonistica.
Però in questo caso faccio un’eccezione, perchè mi piace scoprire ed evidenziare che in Canavese ci sono realtà più o meno nuove che avanzano, impostando il proprio lavoro sull’attenzione per la materia prima ed il territorio. E quindi dopo la Locanda dell’Orco di Rivarolo Canavese, El Fornel di Alice Superiore, questa volta tocca al ristorante La Rocca di Sparone, sempre nella valle dell’Orco che porta verso il Parco del Gran Paradiso lato piemontese.
Mi colpito per la semplicità e la freschezza delle materie prime, per la capacità di trasformare le medesime senza snaturarle, anzi esaltandole. Io ho sperimentato alcuni piatti di terra, però mi è stato detto che anche i piatti di pesce meritano la pena di essere provati. L’unico aspetto che mi ha deluso sono i dolci, ma forse ero satollo per poterli apprezzare nella giusta misura. Nell’insieme è stata una gran bella scoperta
Il tutto con un ottimo rapporto qualità/prezzo. La carta dei vini è piccola ed onesta: però ha il grosso pregio di mettere in luce i vini del territorio, Erbaluce e Carema in prima fila. E cosa che non guasta con ricarichi assolutamente onesti. Altra particolarità è la presenza di una piccola selezione di birre artigianali.
Un posto in cui tornare più che volentieri.

Tags:

About enofaber