Bosco Eliceo Doc Fortana Duna della Puia 2008 – Azienda Agricola Mariotti

Caro Mirco,
mi rivolgo direttamente a te. Non è mia abitudine scrivere i post parlando al produttore in prima persona. Però questa volta ho deciso questo approccio perchè mi trovo in difficoltà. Se già con la Malvasia avevo avuto un impatto non facile, questa volta con il Fortana, autoctono della tua terra, ho difficoltà ancor più gravi. Lo ammetto, non l’ho capito e non mi è piaciuto.
In passato su questo piccolo blog venni redarguito sul fatto che scrivendo “recensioni” negative potevo danneggiare un produttore e quindi avrei dovuto evitare, parlando solo dei vini piaciuti. Se a questo aggiungi che un blogger che stimo infinitamente ha parlato del Fortana come del “vino sorpresa di questa estate“, i miei dubbi sono aumentati a dismisura. Ho assaggiato il tuo vino 8 giorni fa. L’ho lasciato aperto e nei 3 giorni successivi l’ho riassaggiato, cercando di capirne l’evoluzione. Che non c’è stata, se non in senso ossidativo.
La sera in cui l’ho aperto mi sono trovato di fronte ad un vino con un colore abbastanza scarico, tendenzialmente leggero e poco compatto. Anche sul bicchiere scivolava rapidamente. Appena versato mostrava un rapida ed evanescente schiumetta, insomma una leggera effervescenza. Al naso l’impatto già deludeva: molto chiuso, quasi una leggera puzzetta (la prima impressione è stato un sentore di uovo). Poi lentamente svaniva lasciando spazio a quel sentore salmastro che ricordava la Malvasia e un leggero frutto rosso in lontanza, tenue e poco corposo. In bocca è scomposto: prima l’effervescenza, poi un sentore amarognolo, a seguire tannini molli. Insomma un vino che mi ha dato l’idea di stanco. L’unico aspetto vivo è la sapidità, molto presente e costante. I sentori con cui chiude sono amaramente (nel senso di amarognoli) persistenti.
Una bottiglia sfortunata quasi di sicuro che rientra nella sfera dei rivedibili (come si diceva un tempo alla visita militare), mi viene da pensare. Mi piacerebbe però sapere da te cosa avrebbe dovuto tirare fuori questo vino. Ti prometto che, in ogni caso, lo riassaggerò.
A presto,
con simpatia,

Faber

About enofaber