Dogliani DOCG San Bernardo 2006 e 2001 – Anna Maria Abbona

Penso che Anna Maria Abbona non necessiti di grande presentazioni. Vignaiola di grande esperienza e tradizione è una delle portabandiera del Dogliani. E il suo Docg San Bernardo 2006 dimostra una stoffa ed una potenza che strappa consensi ed applausi. Ma tutti i suoi vini assaggiati, partendo dal 2009 fino ad arrivare a questo 2006 hanno eleganza da vendere. E il questo assaggio dimostra profondità ed enormi potenzialità. Verrebbe quasi da dire che è ancora giovane, che ha tanto tempo di fronte a sé. Il colore è ancora integro e compatto, senza tonalità mattonato granato. Il rubino è vivo ed intenso, giovanile. Ma il naso propone frutta cotta, in particolar modo ciliegia, marasca, fragola, con una punta di floreale. Ma quello che sorprende è la nota quasi balsamica che inizia a sprigionare: il timo, quello fresco, e poi qualcosa di leggermente più amaro, erbe che mi ricordano le montagne. E poi le spezie, che addolciscono il profilo. In bocca la freschezza è vivissima, i tannini leggermente polverosi ma ancora molto attivi. E nonostante queste durezza così decise, il vino dimostra possedere una certa morbidezza. Ma è un vino da vedere in prospettiva, senza ombra di dubbio. E la riprova di quanto sperimentato su questo 2006 è stato confermato l’indomani mattina con l’assaggio del 2001.
Il 2001 si presenta con un colore un po’ più scarico, quei sì con qualche nota granato/mattonato. Al naso si riconferma, amplificata, la complessità vista nel 2006. Frutta surmatura (di nuovo la marasca ed un accenno di prugna), spezie dolci, tabacco in primis, un ricordo quasi cioccolatoso e la nota balsamica che ritorna prepotentemente. In bocca è fresco e decisamente tannico (tannini meno polverosi e ancora astringenti, quasi più verdi, per assurdo). Anche questo 2001, per quanto più equilibrato, dimostra avere vita ancora lunga davanti a sé. E questo è un tratto dei vini di Anna Maria Abbona.
Uno dei tanti nomi da rammentare qualora si voglia bere un grande dolcetto di Dogliani

Tags:

About enofaber