Valle d’Aosta Doc Pinot Gris 2008 – Lo Triolet

Dopo qualche tempo torno a parlare di un vino della mia amata Valle d’Aosta. Questa volta è il turno del Pinot Gris 2008 e Lo Triolet (per chi ama le guide e le statistiche, se non vado errato, il 2009 si è preso i 3 bicchieri del Vini d’Italia del Gambero Rosso). Bevuta convincente e particolare, per certi versi. Colore vivo ed acceso, paglierino carico ed acceso con leggeri riflessi ramati: un impatto visivo molto positivo e piacevole. Al naso si è diviso tra sentori dolci, come le frutta leggermente surmatura (mela) e un ricordo di miele, e sentori più aspri, quasi piccanti, che partivano dal fieno per arrivare al pepe e allo zafferano. E immancabile, in chiusura la nota minerale, abbastanza tipica dei vini della valle. Questo gioco di contrasti era molto particolare perchè non monotematico e lineare ma, al contrario, invogliava a tuffare il naso del bicchiere alla ricerca di qualche nuovo sentore. In bocca , invece, era più diretto ed immediato, dimostrando un eccellente equilibrio tra le durezze, ovviamente in evidenza, e le morbidezze: grande sapidità, buona acidità, alcool perfettamente integrato, un leggerissimo ricordo tannico con un’astringenza leggera leggera ed il tutto chiuso da una piacevole morbidezza. Buona persistenza finale, soprattutto sulla nota minerale e il ricordo di zafferano che chiudevano perfettamente il cerchio di questa bevuta intrigante e convincente.
[l’immagine, per problemi tecnici al mio cellulare, è stato presa dalla rete; l’annata presente in etichetta è il 2006 ma l’assaggio di cui si è parlato riguarda il 2008]

About enofaber