Soave Superiore Classico Docg Monte di Fice 2007 – I Stefanini

Sto trovando difficoltà ad iniziare questo post. Il vino mi piace molto, lo sto degustando con piacere, ma da dove iniziare? Allora… la bottiglia è un dono di Davide (@studiocru su Twitter) in occasione del recente viaggio in Veneto. Poi è il vino che porta, in parte, il nome di una blogger che stimo molto, Soavemente (Maria Grazia Melegari).
E’ la prima volta che affronto il Soave… oltretutto con 3 anni sulle spalle. Non conoscendo terroir e vitigno, alla cieca, avrei detto Riesling. In questo Soave Superiore Classico Docg Monte di Fice 2007 de I Stefanini c’è una mineralità impressionante ed il colore è affascinante. Oro, dorato, oro antico.. brillante, limpidissimo… al naso inizia con note quasi di idrocarburo che poi lasciano spazio alla pietra, alla mineralità e alla sapidità. Sotto, ma non troppo, perchè poi emergono poco alla volta, sentori di fieno e fiori bianchi, gelsomino, la camomilla, qualche erba aromatica e lontano qualche frutto (albicocca) leggermente surmaturo ed appassito. Profilo interessante, davvero affascinante.
In bocca è dominato in maniera decisa da acidità e sapidità, sembra quasi avere un leggero ricordo di tannino tale è l’astringenza. Ma penso che sia dovuto a questa mineralità così marcata. Morbido il giusto, per essere un bianco dotato di tale spina dorsale e verticalità dovuta alla sapidità. Ha una bella beva e una corrispondenza naso bocca invidiabile.
Buona bevuta, soprattutto se accompagnata, come all’inizio da una buona mangiata di salmone e verdure leggere leggere (la dieta sta volgendo al termine)…. un vino che mi verrebbe da dire “in nomen omen”… soave….

Tags:

About enofaber