Valle d’Aosta Doc Arnad Montjovet 2007 – La Kiuva

Lo so, sto trascurando un po’ la mia amata Valle d’Aosta… Però stare dietro a tutto, poter assaggiare cum granu salis tante cose richiede tanto tempo…. e se devo essere sincero ultimamente avevo voglia di esplorare altre strade… ma il proprio cuore ha sempre ragione alla fine… e quando hai voglia di “sentirti” a casa ecco che scatta la voglia di bere e sentire profumi familiari…
Bassa Valle, Arnad Monjovet (minimo 70% di Picotendro, ossia Nebbiolo): in questa versione della Kiuva (che avevo già assaggiato in passato; dello stesso produttore ricordo anche il Picotendro 2008 e il Petite Arvine 2007), 70% come da disciplinare accompagnato da altri vitigni autoctoni tra cui Gros Vien, Neyret, Cornalin e Fumin. Circa 14 mesi di affinamento tra acciaio, legno e bottiglia… vino abbastanza semplice all’inizio.. ma capace con il passare dei minuti di aprirsi in maniera molto piacevole e particolare.
Rosso rubino carico, intenso e profondo, denota una certa consistenza e al naso si propone subito con decise note fruttate e spezie dolci. Ma appunto, come detto in precedenza, poi cambia, si modifica, evolve…. viene fuori una mineralità che non ti aspetti e un leggero ricordo di erbe officinali e balsamiche (aspetti che non avevo riscontrato in passato). La beva è segnata da immediatezza, semplicità, dove tutte le parti sono bene “equilibrate”, con un ovvio predominio delle durezze (bel tannino vispo e allappante). Però splendido accompagnamento per piatti della tradizione valdostana.. e sopratutto un prezzo assolutamente interessante (tra i 5 e i 10 euro). Da prendere e tenere in cantina per un paio di anni… secondo me darà grandi soddisfazioni…

About enofaber