Sicilia Igt Inzolia 2009 – Cantina Elorina

Continuiamo questo nostro giro in terra siciliana… questa volta affrontiamo un autoctono a bacca bianca, spesso utilizzato in accompagnamento ad altri vitigni, ma ultimamente molto spesso viificato in purezza, l’Inzolia (o Insolia) che vanta la peculiarità di essere uno dei più antichi vitigni siciliani. In questa versione della Cantina Elorina (realtà di cui abbiamo già parlato a proposito dell’Eloro Doc Pachino 2006) si presente come un bianco beverino ed immediato, molto estivo e rinfrescante. Colore paglierino scarico, brillante, al naso si apre con sentori di fiori (gelsomino) e leggermente agrumato, per poi virare verso sentori un po’ più “verdi”, tipo di rosmarino e timo. Ogni suo profumo risulta essere netto e preciso. Semplice. In bocca entra con una buona nota sapida e acida, senza comunque esagerare od infastidire. Abbastanza ben equilibrato, si lascia bere senza troppa difficoltà. Insomma, una bevuta semplice e piacevole, senza troppe pretese o chissà quali complessità. Si ritrova una piacevole corrispondenza naso/bocca sui sentori agrumati e leggermente verdi… un ottimo accompagnamento ad un piatto di pesce molto semplice e adatto anche a carni bianche. Ma potrebbe essere benissimo un vino da aperitivo, o da tutto pasto, proprio per questa sua leggerezza e piacevolezza “semplice”….
E talvolta, un vino del genere, è la cosa di cui si sente assolutamente il bisogno…

Tags:

About enofaber