Colli del Limbara Igt Nebbiolo Karana 2007 – Cantina Gallura

Dal 2007, anno della bottiglia che ho degustato, ad oggi la Cantina Gallura ha sicuramente cambiato l’etichetta del Karana, blend di Nebbiolo (90%), Sangiovese e Carigagiola (10%) (ndr: ultimamente utilizzo immagini prese da internet poichè non ho la macchina foto a disposizione e il cellulare fa foto pessime). L’etichetta che si trova sulla mia bottiglia è giocata su tonalità bianche e rosse…
Dopo il Dolmen 2003, altro blend a base nebbiolo, questo Karana 2007 mi lascia un po’ perplesso. Un po’ perchè è “poco nebbiolo” (ma si sa che il Nebbiolo ha bisogno di territori vocati), un po’ perchè forse è in fase calante. Non è cattivo o andato, anzi, però sicuramente non è all’apice della forma. Rosso rubino con chiari ed evidenti segni granata, forse leggermente cupo, lascia presagire che il tempo migliore è andato o, quantomeno, sta andando… al naso parte molto chiuso, chiusissimo… poi si apre con un leggero ricordo di piccoli frutti rossi e una speziatura amara e piccante, leggermente ammandorlata e quasi tostata… un lieve ricordo di macchia mediterranea, di mirto ingentilisce questi sentori vagamente pungenti. In bocca è tutto sommato ancora equilibrato, anche se manca in quello che mi aspetterei dal Nebbiolo, ossia la trama tannica e la freschezza marcate. Un po’ seduto, insomma, bevibile alla fine e discretamente piacevole, seppure non entusiasmante… diciamo pure che il Nebbiolo è altra cosa e che forse la terra sarda non è così particolarmente vocata (per il Nebbiolo, sia chiaro… gli altri vini dell’Isola sono ottimi, nella maggior parte dei casi; precisazione doverosa prima che mi partano mazzate da parte dei sardi).. e diciamo che forse questo vino andava bevuto un filo prima… da tenere a mente per il futuro. Errare è umano….

Tags:

About enofaber