Strada del Barolo: un 2011 con molte novità

Ricevo e pubblico.

(Alba, 11 marzo 2011) – “Promozione efficace del territorio” e “Incremento del flusso turistico italiano e internazionale nelle cantine e nelle strutture associate”: sono le parole d’ordine che Nicola Argamante, Presidente della Strada del Barolo e grandi vini di Langa, usa per descrivere la strategia promozionale della Strada per il 2011.

Un ricco calendario di eventi, una presenza online sempre più articolata, incontri di approfondimento e promozione all’estero: sono state illustrate ieri sera a Monforte d’Alba, all’assemblea dei soci, le linee guida per il 2011 della Strada del Barolo e grandi vini di Langa che, superato il traguardo dei cento associati, punta con decisione al rafforzamento del prodotto enoturistico.

Gli eventi
Ruolo centrale tra le attività 2011 della Strada del Barolo avranno sicuramente gli eventi, con un ricco calendario di appuntamenti su tutto il territorio delle Langhe del Barolo. Si comincia a giugno con “Io, Barolo”, degustazioni e incontri in tutti i fine settimana del mese per celebrare la nuova annata del “re” dei vini, organizzati insieme a Enoteca regionale del Barolo e WiMu – Museo del vino a Barolo.
Si prosegue con la “Caccia al tesoro”, organizzata con Turismo in Langa e Unione dei Comuni e pensata per permettere ai turisti di scoprire in modo divertente i mille tesori delle Langhe. Chiusura affidata in autunno a “Vendemmia in Langa”, occasione per turisti e appassionati per vivere una giornata intera gomito a gomito con i vignaioli del territorio di Dogliani.
Tra i nuovi progetti per il 2011 si segnala “Taste Experience”, una serie di laboratori di degustazione – con illustrazione in Italiano e in Inglese – organizzati per conto di Colline di Qualità, in programma a partire dal periodo di Pasqua e destinati ai veri appassionati e ai cultori dei grandi vini delle Langhe, sull’esempio delle celebri “scuole del vino” francesi.

Sempre più online
La strategia di promozione della Strada del Barolo non può che passare anche attraverso Internet, strumento davvero in grado di abbattere le barriere geografiche e tenere aggiornati gli appassionati sparsi in tutto il mondo.
Sono ormai due i siti ufficiali della Strada: quello istituzionale è stato rinnovato con un occhio di riguardo alla commercializzazione turistica – e a breve pronto a dare spazio alle “storie” dei produttori, ai racconti dei protagonisti della tradizione del Barolo grazie alla quali coglierne lo spirito più profondo – mentre il sito “promozionale” è ormai il punto di riferimento per gli appassionati per restare aggiornati su novità e appuntamenti in programma all’estero.
Da qualche tempo la Strada del Barolo è sbarcata anche sul social network Facebook con la sua visitatissima pagina ufficiale, mentre a breve gli aggiornamenti arriveranno anche direttamente nelle caselle di posta degli utenti grazie a una nuova newsletter d’informazione.

La promozione all’estero
Come ormai da qualche anno, anche il 2011 vedrà la Strada del Barolo impegnata nella promozione all’estero dei vini e del territorio delle Langhe con tre diversi appuntamenti organizzati dal Consorzio “I vini del Piemonte”.
In calendario le trasferte di Copenhagen (dal 5 al 7 maggio), a Zurigo (il 6 giugno) e a Bruxelles (a novembre): forte dei successi di pubblico degli anni passati, la Strada punta con sempre maggiore decisione al mercato del Nord Europa.
Saranno tre occasioni per i produttori di farsi ancor più conoscere e apprezzare fuori dai confini nazionali, ma naturalmente sarà anche una grande opportunità di promozione del territorio delle Langhe, dei suoi tesori enogastronomici, culturali e paesaggistici.

Formazione e promozione
Se è forte l’impegno della Strada per promuovere vini e territorio delle Langhe, la stessa, grande attenzione è dedicata alla formazione e ai rapporti con la stampa: anche per il 2011 sono attesi nelle Langhe i giornalisti del mondo del vino e del turismo, così come sono confermati gli appuntamenti per la formazione degli associati.
Nella speranza di replicare il successo nel 2010 del Simposio internazionale “Vino e territorio”, quest’anno sono in programma convegni e seminari di approfondimenti e confronto sul turismo e il marketing enogastronomico, con la presenza di importanti figure del settore, tra le quali si annuncia quella di Enzo Vizzari, Direttore dell’importante guida “I Vini d’Italia” dell’Espresso.

Tags:

About enofaber