Vino Rosato Arset 2010 – Fratelli Durando

In questo caso lasciatemi vantare un po’.
Perchè è bello sentirsi dire dal produttore “voglio che tu ne parli per primo“. Nessuno lo ha ancora assaggiato, nessuno lo ha ancora visto sul mercato. A me è arrivata una bottiglia bianca senza etichetta.Degustata una sera, scritte un paio di email al produttore e la sua risposta (che saranno quello che leggerete tra poco in questo post) . Un vino rosato, l’Arset 2010, 50% barbera, 50% ruché. Un esperimento, una prima vinificazione.
Interessante, per certi versi da rivedere, ma sicuramente interessante… ecco cosa ho scrittto nell’immediato al produttore e la sua risposta.

Enofaber:
Bellissimo colore cerasuolo, limpido e trasparente, quasi brillante con riflessi rubino.
Al naso predomina l’aspetto floreale (rosa, erba leggermente appassita) e fruttato (ciliegia, more), in lontananza qualche nota speziata (pepe e noce moscata) tipica del ruchè. Al naso è più barbera giovane. Quasi un ricordo di mosto, c’è qualcosa di non ancora del tutto svolto. Leggero residuo zuccherino? Fermentazione non completata? Da vedere i tempi di affinamento? Qualcosa non mi convince del tutto.
In bocca bella acidità, discreta sapidità, trama tannica di tutto rispetto (splendida), leggera morbidezza. Bevuta abbastanza rotonda ma non ancora definitiva. Secondo me necessita di qualche tempo ancora in bottiglia per dare il meglio. Buona persistenza e ritorna la sensazione fruttata e speziata. Un mese o due di bottiglia ed è un prodotto che spacca.
Bello e bravo. Qualcosa ancora su cui lavorare, ma la strada è quella giusta, per quanto la materia finale sia ancora leggermente irrisolta e da controllare. Ovvio, queste sono solo le mie sensazioni…

Alessandro Durando:
Grazie per le belle parole! Nessun residuo o fermentazione incompleta. Il prodotto è stato ottenuto da una leggera pressatura e poi vinificato come se fosse un bianco. Quest’anno e’ stato un’esperimento per poter offrire alla clientela un prodotto fresco da consumare nel periodo estivo! Anche se la gradazione e’ di 13%! Per il resto concordo con te! Necessita sicuramente di un po’ di bottiglia e poi la strada verso la perfezione e’ ancora lunga! Ma amo le sfide e non ho fretta! È una tipologia di prodotto su cui devo ancora imparare molto!

Magari Alessandro porterà qualche bottiglia per i più curiosi al pranzo che seguirà a #grignolino1… ed io sarei curioso di avere le vostre impressioni….

Tags:

About enofaber