25 aprile

Disclaimer: opinioni personali. Forti, chiare e radicate
Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un pericoloso e deprimente tentavivo di “riscrivere” la storia, sdoganando dapprima gli eredi della vecchia RSI e del “glorioso” MSI e poi insistendo sul fatto che i morti da ricordare il 25 aprile sono tutti uguali.
PALLE!
Non tutti i morti sono uguali: c’è chi combattè per mantenere viva la barbarie nazi-fascista e chi invece sacrificò la propria vita a favore della libertà. Della mia, della vostra libertà. E devono essere messi sullo stesso piano? NO!
In questi giorni, come se non bastasse, si parla di modifica dell’ordine costituzionale, della gerarchia dei poteri e c’è chi vorrebbe modificare persino l’articolo 1 della nostra carta costituzionale.
Per chi l’avesse dimenticato:

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione

Non provate a metterci mano… per fortuna i meccanismi di tutela e di salvaguardia costituzionale hanno sempre funzionato (vedi articolo 138): in linea di principio questo articolo, che regola le modifiche da apportare alla carta costituzionale, non potrebbe essere modificato da sé stesso, in base al principio che nessuna norma può disporre di sé stessa… e fino ad ora è stato così: ma da questa banda di ladri, farabutti e fascisti travestiti con il doppiopetto, non mi aspetto nulla di buono.

Il 25 aprile, FESTA DELLA LIBERAZIONE (dal dominio nazi fascista) va ricorda per quello che è: fine di un governo bieco e ottuso, principio della fine della monarchia, e nascita della nostra Repubblica. Che va difesa, ora più che mai.

Non cambiate la storia, non diffondete ignoranza. La storia non mente mai.

Ah, in nome del motto di Popper mi sono stufato di essere tollerante con gli intolleranti” questo post è moderato dal sottoscritto e non verranno accettati commenti inneggiati al fascismo o compagnia bella.

Perchè da queste parti l’unica bandiera nera ammessa è quella anarchica.

E l’unico fascista buono è il fascista morto.

Buon 25 aprile

About enofaber