Ravenna Rosso IGT Burson 2005 – Tenuta Uccellina

Disclaimer: bottiglia regalatami da Riccardo Avenia
Burson?? E che mai è? Un tipo di uva? Un vino frutto di uvaggi? No… è un monovitigno di uva Longanesi che nel caso di questo Etichetta Nera 2005 di Tenuta Uccellina, realtà in provincia di Ravenna, lascia sorpresi e inizialmente spiazzati.
Ammetto di non aver letto l’annata del vino quando aprii la bottiglia. Quella sera avevo voglia di una bevuta leggera e facile, senza troppe asperità: insomma qualcosa di piacione, fruttato, discretamente acido e soprattutto bevibile. Ricordo che faceva caldo, non avevo particolare fame e quindi scelsi di spiluccare qualcosa.
Appena aprii la bottiglia mi resi conto che avevo completamente sbagliato la scelta del vino. Chissà perchè nella mia testolina questa bottiglia doveva corrispondere a quell’idea. Partì con un naso chiuso, leggermente ridotto all’inizio; lo versai ne bicchiere e la prima cosa che mi sorprese fu la grande “materia” e concentrazione del liquido versato. Poco alla volta i sentori si aprirono e si sprigionarono in tutta la loro potenza: dapprima il frutto, rosso, leggermente surmaturo e sotto spirito (ciliegia in particolar modo e di cassis), poi sentori di prugna e infine la speziatura dolce con vaniglia e ricordi di cioccolato. Bellissima profondità che con il passare dei minuti variava per intensità e complessità.
In bocca ecco un vino che comunque ti sorprende: dopo un naso così suadente, non ti aspetti un attacco tannico ed acido. Subito spigoloso, poi tende ad ammorbidirsi un poco risultando nell’insieme piacevole ma non facile da bere, se non supportato da un adeguato sostegno mangereccio. Un vino che si è rivelato essere una piacevole scoperta e che comunque meriterebbe abbinamenti culinari meglio studiati. Insomma, un bel regalo che si tramutato in una bevuta piacevole.
E di conseguenza un brindisi all’amico Riccardo, che mi ha donato questa bottiglia, con l’augurio che l’impegnativo esame di lunedì 16 possa essere superato brillantemente e serenamente (ed io non ho dubbi che sarà così 🙂 )

About enofaber