Barbera d’Alba Doc Serra de’ Gatti 2010 – Cascina Val del Prete

Disclaimer: bottiglia acquistata dal produttore. 8 euro
Avete presente quella barbera da bere leggermente fresca, con una bella fetta di pane e salame, magari seduti in mezzo ad un prato, tra risate spensierate e chiaccherate senza impegno? Ecco, questo allora è un vino che fa al caso vostro. Dopo la convincente bevuta del Roero Arneis Doc Luét 2009, Cascina Val del Prete si presenta con una altro convincente assaggio.
Questa Barbera d’Alba Doc Serra de’ Gatti 2010, come dicevo prima, è una bevuta poco intellettuale, studiata. No, è giocosa, magari gogliardica, piacevole semplice. Il colore è di quelli che sempre più è raro trovare: purpureo, quasi cardinalizio, unghia leggermente rubino, dimostra tutta la sua giovinezza e fragranza. Al naso parte con quel sentore che ai corsi da sommelier ti fanno definire come “vinoso” (ma la mia domanda è: se un vino, qualunque vino, non è vinoso, che vino è?? Lo sò, è una domanda provocatrice e un po’ sciocca, però me la sono sempre posta…): in realtà ricorda il profumo del mosto, dell’uva, della frutta, delle fragole e delle ciliegie. E pensare che fa una malolattica in legno… sentore che non viene per nulla fuori, almeno al naso. Forse la leggera morbidezza che si ritrova in bocca potrebbe essere legata a questo passaggio: ma è una barbera a 360°. Acida, carnosa, fruttata, discretamente sapida, tannica pari allo zero. Insomma, un vino genuino, da, perdonate il termine, sgargarozzarsi semplicemente e con piacevolezza. Un vino conviviale, ecco, la giusta definizione. Di quelli che appunto regalano soddisfazione per la loro semplicità ed immediatezza.

Tags:

About enofaber