Valle del Crati IGT Rosato Donn’Eleonò 2010 – Terre Nobili

Discalimer: bottiglia ricevuta come campionatura gratuita dalla produttrice, Lidia Matera
Altro vino di Terre Nobili (abbiamo già parlato del Santa Chiara 2010). Questa volta un rosato, un uvaggio di Nerello e Magliocco in egual misura. Come ho già scritto alla produttrice, e quindi non ho alcun problema ad affermarlo pubblicamente, è un vino che paga gioventù e poco tempo in bottiglia. E la produttrice, per mia fortuna, ha concordato con questo dettaglio. Un vino da riassaggiare più avanti, magari tra un paio di mesi, perchè al momento si presenta molto chiuso e si lascia apprezzare poco. Soprattutto al naso appare scarico, con qualche leggero ricordo fruttato ma molto tenue e difficilmente distinguibile. In bocca deve ancora svolgere tutto il suo processo evolutivo: io ho addirittura percepito un leggero residuo zuccherino (cosa smentita dalla produttrice), ma è ancora irrisolto, seppure rispetto al naso, dimostri già molta più personalità, con leggero profilo tannico e una buona acidità. In divenire, insomma.

Tags:

About enofaber