Barbaresco Docg Rio Sordo 1999 – Cascina delle Rose


Disclaimer: bottiglia acquistata direttamente dal produttore. 35 euro. L’etichetta è stata presa dal sito Internet dell’azienda. Purtroppo l’annata di cui parlerò non è presente e la bottiglia è rimasta nelle “grinfie” del ristoratore che ci ha ospitato che è rimasto molto colpito dal vino in questione…

Tre generazioni.
Mio figlio, mio padre ed io. Allo stesso tavolo. Dopo tantissimo tempo.
Oltretutto in un giorno in cui ho avuto una notizia importante per quel che riguarda il mio lavoro.
Mio padre ha deciso di offrirci una cena in un posto che amiamo molto, la Locanda dell’Orco a Rivarolo Canavese, luogo dove ben ci conoscono e dove ho la necessaria confidenza per poter portare una bottiglia da casa.
Bottiglia coperta dall’alluminio.
Farmi dare un decanter.
Preparare tutto da solo, nonostante Fabio, il sommelier di sala mi dica bonariamente “vuoi rubarmi il lavoro?“… non sarà mai in grado di farlo, tranquillo :-)…
Iniziare la cena con un Pinot Noir 2008 di Les Cretes e vedere mio padre che strabuzza gli occhi di fronte ad un vino Valdostano….
E poi questo Barbaresco
Mio padre è stato colui che mi ha attaccato la passione per il vino. Appena stappato mi dice “Questo appartiene alla famiglia dei Nebbioli“… accidenti, hai azzeccato, bravo…
Poi faccio scena, avvino i bicchieri, cerco di confondere le idee…
Alla fine mi fa… “questo è Barolo… e se non è un Barolo allora è un Brunello“…
Mio figlio si fa prendere dal gioco, annusa, e mi dice… questo è un Barbesco.. e io.. cosa è scusa??
Un Barbesco“, replica lui…
B-A-R-B-A-R-E-S-C-O“… scandisco io… orgoglioso che un bambino di 8 anni, senza aver visto la bottiglia riesca a sensazione, senza indugio, a riconoscerlo… spero davvero di potergli trasmettere questa passione….

Lo verso…
Sentori fruttati, spezie, tannini leggermente polverosi…
Lo assaggio… freschezza di prima categoria, colore che mai ti farebbe pensare ad un vino che ha 11 anni
Mio padre non vuole sapere cosa è… si fa versare un secondo bicchiere… e fa… “no, questo è Barolo“…
Papà…
ci sei andato vicino…
Scopro la Bottiglia… non uso la lettera maiuscola a caso…
Barbaresco 1999 Rio Sordo di Cascina delle Rose
Lui incredulo, mio figlio felicissimo per avere indovinato.
Grandissimo vino, emozionante, cangiante, superbo…
Tanta strada di fronte a sè… al momento, quasi provocatoriamente, mi viene da dire che è giovane…
Un ottimo modo per festeggiare una notizia importante.
Un grande Bottiglia per unire tre generazioni…

Grazie Giovanna, Italo e i vostri figli che mi hanno amorevolmente accolto in cantina….

Tags:

About enofaber