Chianti Classico Docg 2008 – Fattoria Di Cinciano

Disclaimer: bottiglia ricevuta in regalo da un amico

Pensi Toscana e pensi Chianti. E pensi al classico fiasco.
O almeno così è nell’immaginario collettivo.
Come già altrove affermato c’è sempre quel sottile e perverso gioco di attrazione/repulsione tra toscani e piemontesi. Ognuno fa il vino migliore, il proprio territorio è il più vocato e via discorrendo.
Ammetto, in passato, di aver preso parte a questo “gioco delle parti“. E inconsciamente mi porto dietro un po’ questo retaggio.
Mea culpa, mea culpa… che cerco di espiare assaggiando vini toscani appena me ne si presenta l’occasione.
Che giunge dalle mani di un amico che mi ha donato questa bottiglia della Fattoria di Cinciano senza dirmi molto. Se non il fatto che a lui era piaciuto e che questa interpretazione del Chianti era tra le più autentiche e “vere”. Considerando il fatto che l’amico in questione è un signor degustatore sono andato sul velluto.
Assaggiandolo ho capito cosa intendeva per autentico e vero: è un vino a modo suo “rustico” e “ruspante“, non è uno di quelli perfettini senza anima. Bei tannini ancora un po’ scontrosetti e scalpitanti, acidità e sapidità che invogliano la beva e chiamano cibo. Una bella tagliata è stata la morte sua. E abbinamento non fu più azzeccato.
Interessante però una nota elegante e gentile che si percepisce al naso: la rosa. Vabbè, il corredo di spezie e frutti rossi non manca. Ma questa nota così delicata sorprende piacevolmente e fa indugiare il naso a lungo sul bicchiere….

Bottiglia molto piacevole. Finita in un amen.

Garçon, une autre…… 🙂

Tags:

About enofaber