Giovani Vigneronnes – Le Vieux Joseph

Disclaimer: bottiglia acquistata direttamente dal produttore. 7,50

Arrivare ad Aosta all’Expo e trovare produttori di cui non avevi mai sentito parlare fa sempre piacere.
A maggior ragione quando sono ragazzi giovani, appassionati e determinati.

Le Viuex Joseph, ossia Ilaria e Marc.
Sono ad Aosta, non hanno ancora una loro cantina (perchè in fase di costruzione) e sono al secondo anno di produzione.

E ti fai coinvolgere dal loro entusiasmo, dalla loro voglia di raccontarsi e del farti assaggiare il frutto della loro passione. Passione in tutti i sensi, perchè sono una coppia e al loro primo figlio hanno dedicato uno dei loro 3 vini, quello che trovate nell’immagine allegata a questo post.

Il Le Petit Prince 2010, 90% Pinot Gris, 5% Muscat e 5% Chardonnay.
Vino che ti colpisce per l’etichetta, su stoffa, disegnata da un loro amico.
Semplice, immediata, piacevolmente infantile.
E il vino ha una beva che non si dimentica: sapidità e acidità, marcate e indiscutibili, ma allo stesso tempo c’è una vena di gentilezza e dolcezza che ti avvolge e ti porta via, lontano, su qualche isola lontana.

Mais les yeux sont aveugles. Il faut chercher avec le cœur.


Oltre al Petite Prince, Ilaria e Marc propongono due vini, entrambi derivanti da assemblaggi. In un caso c’è il Mariadzo 2010 (6,50 euro), Cornalin, Pinot Noir, Mayolet e Vien de Nus, che lascio “raccontare” ad Ilaria nel video qui sotto

Immagine anteprima YouTube

Vino giovane, che paga un po’ di gioventù e necessita di tempo per esprimersi al meglio. Ancora slegato, ma con belle potenzialità.

E infine il Clos de Carteson (7,50 euro), assemblaggio di ancien cepage, segreti e misteriosi… perchè una volta, nei vigneti dei nonni, si piantavano barbatelle senza un vero e proprio criterio, in base a quello che era disponibile. Anche in questo caso il vino paga un po’ di gioventù, ma rispetto al Mariadzo è più rotondo, elegante, convincente fin da ora ma con tanta strada davanti.

Insomma, giovani vigneronnes che se non abbandonano la strada intrapresa potranno dire la loro, senza ombra di dubbio.
In bocca al lupo, Ilaria e Marc….

About enofaber