Giulio Moriondo e il Petit Rouge a bacca bianca

immagine presa in rete: copyright © francesco orini

Giulio Moriondo ha quella faccia un po’ così, da attore dedito a ruoli un po’ maledetti. E’ vulcanico e coinvolgente e soprattutto è uno che non si fa problemi a dire le cose come stanno, senza tanti giri di parole. E’ un vigneron che sperimenta, osa, gioca, scrive ma soprattutto studia. Ne avevo parlato già qui, dopo averlo conosciuto a Buronzo il 13 novembre scorso. E nei giorni successivi aveva lasciato un commento con una chicca enologica non da poco: parlava del Petit Rouge a bacca bianca, mutazione genetica del vitigno più diffuso in Valle d’Aosta, ossia il Petit Rouge. Incontrato ad Aosta durante l’ExpoVin mi ha concesso il permesso di filmarlo. Così è nato questo video (un po’ lungo, ma di sicuro interesse) in cui spiega le tipicità del vitigno. Buon ascolto. Immagine anteprima YouTube

About enofaber