Vignerons – La Source

Disclaimer: bottiglia acquistata direttamente dal produttore. 9 euro.

Devo fare una confessione.
Tra tutti i vini della Valle, quello più celebre, ossia il Torrette (almeno 85% di Petit Rouge) è probabilmente quello che rientra meno nelle mie corde. Non è una questione di essere snob e voler cercare a tutti i costi “l’esotico“. No, la spiegazione è semplice: in passato ho affrontato bottiglie “deludenti”. E men che meno apprezzavo la versione Superiore, dove l’uso del legno era veramente imbarazzante.
Ora che mi sono messo a studiare seriamente i vini della Valle, devo fare pubblica ammenda e riconoscere che molti produttori fanno ottimi prodotti. Feudo di San Maurizio, Grosjean, Noussan, tanto per citarne qualcuno.
E buon ultimo il Torrette Superiore 2009 de La Source, azienda di Saint Pierre condotta da Stefano Celi. Di questo vino avevo già parlato a proposito del 2008 e devo dire che se già a marzo 2010 l’impressione era stata positiva, nel millesimo 2009 si riconferma, anzi, devo dire che è ancora più piacevole. Non marca il legno, ottimi sentori e discreta complessità, tannino ancora vibrante ma mai scomposto. Bella beva, senza ombra di dubbio.
Stefano Celi è un ragazzo appassionato che ha fondato la sua azienda nel 2003: circa 6 ht di vigneti, circa 37mila bottiglie, sicuramente una delle realtà emergenti della Valle. E oltre al Torrette Superiore mi ha colpito moltissimo la Petite Arvine 2009 (9 euro), acidità marcata e corpo possente, seppure mantenga un profilo verde e “giovanile”.
Insomma, anche in questo caso vini che rendono onore alla grande qualità che sta emergendo in terra valdostana….

About enofaber