Bagna Cauda vs Barbaresco Docg 2006 Produttori del Barbaresco 1-2

Discalimer: bottiglia acquistata direttamente dal produttore. 15 euro

Era l’ultima giornata di campionato. Le due squadre in testa alla classifica si fronteggiavano per assicurarsi il titolo finale. Erano entrambe condannate a vincere, nessuna delle due aveva un vantaggio minimo.
Bagna Cauda si schierò con una formazione decisamente offensiva, al contrario del Barbaresco che aveva deciso di partire con un assetto difensivo e chiuso. Dopo una prima fase di studio il pallino del gioco veniva tenuto dalla Bagna Cauda, che con i suoi centrocampisti Aglio, Acciuga e Olio tesseva fitte reti di passaggi, nel tentativo di scardinare la difesa avversaria. A circa metà del primo tempo, con un preciso lancio, l’attaccante Cardo scattava sul filo del fuorigioco e si involava verso la porta, battendo un un irridente pallonetto il portiere in uscita.
Il gol subito destava l’orgoglio sopito del Barbaresco. La palla veniva fatta girare con rapidità e Tannino e Acidità, fino a qual momento in ombra, costruivano l’azione che portava il bomber del Barbaresco, Persistenza, a pareggiare i conti sul finire del primo tempo.
La ripresa partiva in maniera decisa: tutti i tatticismi erano stati messi da parte e le squadre si fronteggiavano a viso aperto, in confronto maschio e talvolta rude. L’arbitro Acqua non riusciva a tenere a bada la foga dei giocatori. Sul finire della partita il mister di Bagna Cauda tentava l’ultima mossa, sbilanciando la squadra in attacco e inserendo il vecchio bomber di razza PatataLessa, sempre decisivo. E appena entrato l’attaccante riceveva un cross dalla fascia, svettava al limite dell’aria piccola e con un preciso e potente colpo di testa indirizzò la palla all’angolino. Il portiere del Barbaresco si superò e compì il miracolo smanacciando il pallone sulla riga e soffocando l’urlo di gioia dell’attaccante e dei tifosi sugli spalti. La difesa raccolse il pallone e con un preciso lancio favorì la corsa del bomber Persistenza verso la porta avversaria. Erano lande desolate, la squadra di Bagna Cauda era tutta in attacco e fu gioco facile per l’attaccante superare il portiere in uscita e insaccare a porta oramai sguarnita.
L’arbitro fece rimettere la palla a centrocampo e subito dopo fischiò la fine dell’incontro.
Bagna Cauda 1 Barbaresco 2.
Partita e titolo alla squadra del Barbaresco.

Tags:

About enofaber