Barbera d’Asti Superiore Docg La Mandorla 2009 – Luigi Spertino

Disclaimer: bottiglia regalata direttamente dal produttore.

Esiste una linea sottile tra il cielo e la terra.
Una linea che divide il giorno dalla notte.
La realtà dal sogno.
Se vi accadesse mai di alzarvi prima dell’alba in queste fredde mattine invernali, questa linea è lì, immobile, congelata ad aspettarvi.
Sotto il ghiaccio. Sopra una palla infuocata che si innalza ed illumina.
E’ una linea di confine, tra essere e non essere. Tra sogno e realtà.

Lacrime rosse, porpora cardinalizio, che scendono lunghe addossandosi ad argentee sponde, ghiacciate dal gelo notturno.
Lagrime di sangue, lacrime di passione, come un Cristo che eternamente ricorda la sua presenza. “Sparagli Faber, sparagli ora, e dopo un colpo sparagli ancora“. No, è lui che sopra di me spara: diritto nel mio cuore e nella mia essenza.
Impossessandosene.
Pienezza d’essere contrapposta alla leggerezza del non essere. Qui trionfa l’essenza, la dignità, la presenza reale. L’Essere, in una sua totale apparizione. Corposa, sanguigna, dove il sogno lascia terreno alla realtà, alla dimesione prosaica ma sognante.
E si sparge, riempendo i freddi vuoti, le tracce incise dal gelo. Lacrime congelate che dovrebbero solcare le gote.
E il calore si sparge. Riscalda il cuore, i pensieri. Si fa uomo, dopo essere stato completamente Naura.
Ti parla e ti racconta di sogni, desideri e speranze.
Ti parla un linguaggio arcano ma sa entrare nel pentagramma del cuore, cesellando note soffuse ma allo stesso tempo prepotenti e decise.
Il linguaggio del sogno che si tramuta in reale. E solo per questa notte varca il confine.
Rendendo corpo l’essenza e rendendo viva la presenza della vita.
Il sogno diventa realtà. E la realtà si trasforma in sogno.
Solo i sognatori sanno riconoscere questo confine.
Solo la Natura sa varcarlo, portando seco gli uomini coraggiosi e non stolti.
Esiste la linea tra cielo e terra: e dopo questa transustanzazione neppure questa linea è così certa.

Oggi mi è stato detto “è uno che ascolta il vino“. Non so se questo è vero. Ascolto solo le mie emozioni. Son solo certo delle lagrime scese, dove la realtà si confonde con il sogno.

Tags:

About enofaber