Barbera D’Asti Docg Cerea 2010 – Pianfiorito

Disclaimer: bottiglia acquistata direttamente dal priduttore. Se non ricordo male 4 euro.

Torniamo in Piemonte, in quell’enclave di Albugnano, a cavallo tra le provincie di Torino e Asti.
Pianfiorito, di cui avevo già parlato qui, oltre all’omonimo vino, produce anche Freisa e Barbera.
Quando feci visita in cantina acquistai entrambe, seppur più convinto dalla prima (oltretutto in versione leggermente mossa) rispetto alla seconda.
La Barbera, pur trovandola discreta, non mi aveva detto più di tanto.
Però una seconda possibilità (anche terza o quarta) si concede a (quasi) tutti.
Una di queste sere avevo piacere di un bicchiere di vino “semplice”, senza troppe strutture, soprattutto mentali.
Obiettivo raggiunto.
Buona acidità, fruttata, alcool discretamente integrato con un punta leggermente sgomitante.
Bevibile. Nel senso dotata di una discreta beva.
Piacevole nell’insieme.
Buon rapporto qualità/prezzo, senza ombra di dubbio.
Ovvio, non è una di quelle bevute da ricordare negli annali o da far strappare i sempre meno capelli.
Per quello forse bisogna guardare altrove.
Si difende, appunto per quel che è: un piacevole e semplice bicchiere di Barbera.
A volte basta solo quello.

Tags:

About enofaber