Blanc del Blancs Brut – Duverne

Disclaimer: acquistato in GDO. Euro 4,90

Nei soliti giri in GDO mi è capitata tra le mani questa bottiglia.
Champagne, euro 4,90.
E non ho resistito. Volevo vedere cosa combinavano i cugini d’oltralpe.
Arrivato a casa la si mette in frigo, in attesa di assaggiarla.
Pochi giorni dopo, prima di stappare la bottiglia, ho cercato informazioni sul produttore, leggendo le poche e scarne informazioni contenute sulla controetichetta (era indicato che il prodotto era imbottigliato per Caves Elisabeth).
Nulla, buio completo.
E allora procediamo con l’assaggio.
Partiamo dai lati positivi: è effettivamente un brut, secco.
Per quanto mi sforzi, anche rapportandomi al prezzo, non ne riesco a trovare altri.
Bollicina, meglio, bolliciona da rutto.
Eleganza non pervenuta, acidità da cercare con il lanternino.
Una bibita alcolica, senza arte né parte.
Direte: cosa aspettarsi da una bottiglia a quel prezzo?
Nulla, non avevo preconcetti o aspettative di sorta.
Però la delusione è completa.
E trovarsi di fronte a questo tipo di bottiglie è svilente.
Per chi assaggia.
E non capisco la ratio di chi produce vini del genere, escluso un movente economico di far cassa.
Sicuramente una bottiglia da non ripetere, in definitiva.

Tags:

About enofaber