Mosel-Saar-Ruwer Neumagener Laudamusberg Auslese 1989 – Weingut Erben Burgermeister Lauer

Disclaimer: trovato in carta in un ristorante.

Le favole sono belle e terribili allo stesso tempo.
Celano, dietro a fantastiche avventure, significati spesso cruenti.
E’ il modo per far passare ai piccoli alcuni messaggi che spesso non sarebbero facilmente comprensibili.
E allo stesso tempo difficilmente spiegabili.
L’incantesimo: ecco, è elemento che si ritrova spesso nella favola.
Il principe trasformato in un rospo, la principessa trasformata in una vecchina, la strega che ci cela dietro l’apparenza di una magnifica dama.
Anche nella realtà capita che quello che appare non corrisponda all’essenza.
E questo vino rientra prefettamente in questa tipologia.
Riesling Auslese (quindi una selezione) della Mosella, millesimo 1989.
Tipologia che mi affascina ma che conosco pochissimo.
Inizio non facile, molto chiuso, ha sonnecchiato veramente a lungo.
Poi finalmente quella nota che ti aspetti: idrocarburi.
Li aspetti, ma ti spiazzano.
Qualcosa di non facile, per certi versi ostico, burbero.
Ma è solo apparenza.
Poi lo assaggi e ti si apre un mondo: verticale, con acidità e mineralità spiccate e ben delineate.
Ma allo stesso tempo tondo, morbido, non del tutto secco.
Leggerissimo residuo che gli conferisce una beva ancor più interessante e affascinante.
Perchè ho parlato di incantesimo?
Perchè questo vino all’inizio non faceva sperare nulla di buono.
Ma poi, come per incantesimo appunto, si apre e ti porta via, ti avvolge e si fa bere con estremo piacere.
Un vino che dalle rughe iniziali, simili a quelle di una strega un po’ cattiva, si è trasformato in una splendida principessa da cui non vorresti mai allontanarti.
Una gran bella scoperta.
Una gran bella bevuta

Tags:

About enofaber