Valle d’Aosta Doc Pinot Noir 2010 – Les Granges

Disclaimer: bottiglia acquistata dal produttore. Intorno ai 9 euro

Di Gualtiero Crea e della sua azienda, Les Granges, avevo già avuto modo di parlare, in particolar modo per il suo Cornalin 2010.
Questa volta tocca al Pinot Noir, sempre 2010.
Giovanissimo, un infante.
Dal tannino ancora un po’ vivace.
Ma non per questo riottoso o difficile.
Anzi, la beva immediata, “facile” e piacevole è il suo punto di forza.
Supportata da un’acidità importante, ma mai fuori dalle righe.
Un’acidità più minerale che “acetica” (ok, ho detto una cretinata, ma non sapevo come descrivere questa sensazione).
Un vino giocato molto sul frutto (ma non per questo maroniano :-)), polposo e carnoso.
Nessun sentore particolarmente scuro, a differenza del Cornalin.
Addirittura, se mi è concesso, anche carnale e sanguigno.
Una bevuta “vera”: un vino che non concede molto alle elucubrazioni o alle riflessioni, ma va affrontato di getto, quasi istintivamente e passionalmente.
E la logica conseguenza è che la bottiglia finisce in un amen.
Se poi lo accompagnate con formaggi, salumi e buone chiacchere allora il gioco è fatto.
E la soddisfazione è grande.

About enofaber