Champagne Brut – Mainreck Fauvet

Disclaimer: bottiglia acquistata. 17 euro

Chi ha la pazienza e la voglia di leggere i miei deliri sa che da qualche tempo mi “diverto” ad assaggiare bollicine acquistate in GDO.
A margine: ho intenzione di estendere questa pratica.
Ho la presunzione di voler capire cosa acquista il “signor Mario” in GDO.
Anche perchè io continuo ad essere e continuerò ad essere un “signor Mario”.
Questa volta però mi allontano dalle corsie dei supermercati per affrontare una bolla francese a un prezzo accettabile.
Piccolo recoltant, o almeno così mi è stato raccontato.
Non si trovano notizie in rete, a parte le pagine gialle francesi che confermano l’esistenza di questo produttore.
Bottiglia presa in un ristorante canavesano che in carta la vende a 25 euro, se non ricordo male.
Io l’ho portata via a 17 euro.
E devo dire che rispetto a bollicine da 13-15 euro italiche da GDO la soddisfazione è decisamente superiore.
Bel colore, belle bollicine abbastanza fini (non certamente la “bolla da rutto” che spesso si trova in determinati prodotti).
Profumi giocati su fiori e un profilo di agrume, pompelmo per la precisione, davvero deciso.
Certo, i sentori abbastanza tipici di crosta di pane, ma non certamente preponderanti
In bocca è brut, come piace a me.
Nessun abboccamento finale, bella acidità e citricità che ritorna.
Si fa bere con una semplicità disarmante.
Quasi da litigare su chi “meritasse” l’ultimo bicchiere.
Bene, 17 euro ben spesi.
Mi piacerebbe poter trovare qualche bottiglia del genere anche sugli scaffali della GDO….

About enofaber