Venezia Giulia IGT Terrano 2009 – Colia Jozko

Disclaimer: bottiglia ricevuta in regalo dal produttore lo scorso ottobre ad Autochtona

Un altro vino “cupo”.
Di quelli che piacciono a me e che, con le dovute differenze, ricorda un po’ il Cornalin.
E non è neppure un vino valdostano.
Anzi, ci troviano all’estremo est del Bel Paese.
Sempre terra di confine, con quella che una volta era la Jugoslavia.
Bel colore carico, pieno e quasi impenetrabile, che potrebbe far pensare ad una grandissima concentrazione.
Naso subito marcato da queste note terrose, di bosco.
C’è anche frutto, certo, maturo.
Ma non è certo l’aspetto che si mostra in evidenza con immediatezza.
Quella nota un po’ selvatica la fa da padrona.
E per quanto restando nel bicchiere si smorzi un poco, resta sullo sfondo, sempre presente.
La beva, al contrario di tutto quello detto finora, che potrebbe far pensare ad un vino “complicato”, è invece immediata.
Non è un vinello, non è un vinone.
E’ un ottimo vino da pasto, salumi e carni rosse sono il suo giusto e meritato requiem.
Una gran bella sorpresa.

About enofaber