Morgon Aoc Cote du Py 2009 – Philippe Labalme

Bottiglia ricevuta in regalo da un amico

Il Gamay è un altro di quei vitigni poco considerati e spesso vituperati.
Lo si associa, nei migliori dei casi, a vini di facile e poco soddisfacente beva.
E invece c’è chi lavora quest’uva in maniera differente.
Anche qui ci sarebbe da approfondire la tipologia e la zona di produzione.
Purtroppo la vita è troppo breve per poter conoscere “veramente” tutto.

Già in Valle d’Aosta avevo avuto modo di sperimentare dei Gamay convincenti e piacevolmente beverini.
Qui invece ci troviamo di fronte ad un Gamay del 2009 in purezza con passaggio in legno di un piccolo produttore francese, Philippe Labalme.
Vino semplice e immediato, dove l’affinamento legnoso non si percepisce se non leggermente al naso.
Molto fruttato, buona acidità.
Un vino, per usare un neologismo coniato sul web, molto “gluglu”.
Va giù che è un piacere, magari un briciolo fresco.
Più che convincente.

Tags:

About enofaber