Riesling Spatlese Trocken Niersteiner Oelberg 2005 – Guntrum

Bottiglia acquistata in enoteca. 10-15 euro, non ricordo esattamente

Riesling, Germania. Forse l’ho scritto in passato, ma i vini del nord mi affascinano.
In particolar modo sono attratto dalla Germania e dall’Alsazia, Francia, ma in salsa prussiana.
Acquistai questa bottiglia tempo fa, una vendita promozionale di una delle tante, troppe enoteche che chiudono i battenti.
Riesling classico, mi verrebbe da dire: ma chi sono io per usare il termine classico quando in vita mia avrò bevuto sì e no 30 bottiglie di questa tipologia?
Allora mettiamola così: un riesling che ti aspetti, come te lo avevano descritto e in linea con alcune delle bevute precedenti.
Bella acidità e discreta sapidità, profumi con erbe, fiori, mela, tutti molto evoluti e con un leggero attacco simil idrocarburi (o si immagina che si sia perchè ti hanno detto che in alcuni riesling evoluti è un sentore classico).
Bene, buono, bello, bis, mi verrebbe da dire.
Però…
Gelido e inespressivo.
Un Ivan Drago nel bicchiere che ti guarda negli occhi con lo sguardo immobile e non ti fa neppure paura se ti sussurra “ti spiezzo in due“.
Insomma, classico esempio di bottiglia buona, tendente all’ottimo ma senza anima.
O almeno io non l’ho percepita.
Mi sa che è colpa del fatto che non parlo tedesco e mi perdo l’avvenenza e il fascino del biondismo (bianchismo) teutonico.

Tags:

About enofaber