Vino da Tavola da Uve stramature Pelaverga Vino da Messa – Emidio Maero

Bottiglia ricevuta in regalo

L’argomento del vino della messa lo avevo già affrontato in maniera “teorica” già in passato, mosso dalla curiosità.
Un conoscente mi ha fatto dono di questa bottiglia, nata per festeggiare il 500° anniversario della diocesi di Saluzzo. Non so se è solo un vino celebrativo o rientra effettivamente nei parametri del Diritto Canonico.
Sta di fatto che si è scelto un vitigno di territorio, il Pelaverga, utilizzando uve stramature.
Il vino di per sè è curioso ma nulla di più: molto pastoso e denso, giocato su note speziate e frutta surmature, alto residuo zuccherino, difficilmente si riesce a berne più di un bicchiere perchè diventa alla lunga stucchevole. Non particolarmente elegante e con una discreta persistenza.
Diciamo, in tutta onestà, che se devo pensare a un vino da uve stramature non prenderei questo ad esempio e che percepisco questo vino come folklore.
Forse, mi viene da pensare, è un modo per non incentivare il celebrante a berne troppo e consentirgli di portare alla fine la celebrazione della messa da sobrio… 🙂

Tags:

About enofaber