IGT Calabria Mantonicoz 2010 – L’Acino

Bottiglia acquistata dal produttore. 12,70 euro

Ho conosciuto L’Acino grazie alla dritta di un conoscente e l’ho incrociato più volte sui social network. Alla fine ero curioso di assaggiare i loro vini e ho chiesto di acquistarli. Mi è arrivato il pacco contenente diverse bottiglie ma non c’era nessuna fattura allegata. Quindi, al momento, è da ritenersi una campionatura. (update: è arrivata la fattura pochi giorni dopo la scrittura del post e immediatamente saldata. Quindi si è inserito il prezzo di acquisto della bottiglia)

Ad oggi ho assaggiato 3 vini di quella campionatura: parto con quello che forse mi ha più convinto tra tutti, ossia questo Mantonicoz 2010, figlio di una viticoltura descrittami come eroica e di un vitigno a me assolutamente sconosciuto, il Mantonico Pinto.
Bel colore che già tende al dorato, profumi per nulla scontati dove una componente salmastra e erbe si alternano piacevolmente con la frutta surmatura e una vena finale di agrume chiude il cerchio. In bocca dimostra una buona acidità e un corpo discreto: non è il classico bianco muscoloso e pesante e neppure una “sciacquetta”; anzi, al contrario è giocato sull’equilibrio delle parti e trovo che la corrispondenza di sentori tra naso e bocca è davvero interessante, anche se in bocca la nota salina e agrumata sono decisamente più evidenti.
Finale non lunghissimo, forse è l’unico aspetto deludente. Ma questo non toglie che alla fine, nell’insieme, questo sia un assaggio interessante e curioso.

English Version on WebFlakes: click here

Tags:

About enofaber