Vermentino di Sardegna Doc Aragosta 2012 – Cantina Santa Maria La Palma

Bottiglia acquistata in GDO: 4,59 euro

Trovare a febbraio 2013 una bottiglia della vendemmia 2012 mi ha fatto specie.
Direi che di produttori oramai ne conosco un po’ e so che il periodo di imbottigliamento dell’ultima annata, per i vini “di pronta beva” è un po’ più avanti. Facendosi due conti su come funziona l’approvvigionamento della grande distribuzione e leggendo la contro-etichetta, questo vino è stato messo in bottiglia ad inizio gennaio. Vendemmia 2012, in Sardegna, avvenuta penso verso la fine di agosto. Ossia questo vino è pronto e immesso sul mercato dopo 5 mesi.
Sono perplesso. Però alla prova dei fatti è uno di quei vini che viene messo nel carrello dell’acquirente con una certa facilità. Complice il fatto che “i vini bianchi vanno bevuti giovani” e il prezzo.
Per quanto si cerchi sempre di degustare a mente sgombra, la perplessità resta, lo ammetto.
Senza lode e senza infamia, mi verrebbe da dire in definitiva: un vino dal colore molto chiaro, tendente al verdolino, senza grandi profumi, che fa dell’acidità il suo punto di forza con una piccola concessione ad un’apparente dolcezza che stempera la durezza e rende più facile la beva.
Beva che tende a sfuggire velocemente, lasciando ben poco in bocca.
Lasciando ben poco in tutti i sensi.

Tags:

About enofaber