VdA Doc Fumin 2009 – Lo Triolet

Bottiglia acquistata dal produttore. Non ricordo il prezzo

Fumin, il vitigno che qualcuno chiama erroneamente il Nebbiolo valdostano. Innanzitutto perchè il Nebbiolo in Valle d’Aosta c’è (il Picotendro della Bassa Valle, ad esempio) e poi perchè ha caratteristiche abbastanza differenti dal vitigno principe piemontese.
Esistono diverse scuole di pensiero e interpretazioni differenti di questo vino, legate a tempi e modalità di affinamento. Personalmente, in base alla mia esperienza, tendo a preferire alcuni Fumin con qualche anno in più sulle spalle.
Ma ciò non toglie che anche le bevute relativamente “più giovani” regalino ottime soddisfazioni. Come nel caso del 2009 di Marco Martin, ossia Lo Triolet di Introd, ai piedi dell’Alta Valle.
Succoso e carnoso, fin dal roteare nel bicchiere, ha una bella sostanza che fa quasi “masticare” senza con questo andare a intaccare la beva che è decisamente facile, “pericolosamente” facile per la rapidità con cui è finita la bottiglia. Bei tanni, alcool ben mediato e acidità in equilibrio.
I profumi sono giocati sulla frutta matura e sulle spezie, con al fondo un leggero ricordo del passaggio in legno ma che non è per nulla invasivo o coprente.
Più che soddisfacente mi viene da dire… e visto che ho un altro paio di bottiglie in cantina spero di avere la pazienza di aspettare per capire come il tempo giocherà su questa bottiglia…

About enofaber