Degustazioni dal basso 2013: #ddb3: Valle d’Aosta – a freddo

Lunedì 17, a Genova, è andata in scena la “mia” #ddb (degustazione dal basso) sulla Valle d’Aosta.
Innanzitutto un ringraziamento va a Filippo Ronco che ha avuto fiducia nel sottoscritto proponendomi questa degustazione. Un altro, di pari livello e importanza, va ai produttori che hanno dato le loro bottiglie gratuitamente e fidandosi di quello che andavo a fare.
Un terzo ringraziamento va alle 11 persone che, pur non conoscendomi, si sono fidate, sborsando 20 euro per una degustazione completamente alla cieca, in tutti i sensi. In cuor mio, con presunzione, speravo di avere di fronte ancora più persone ma, essendo una delle prime uscite della VdA in queste manifestazioni, lo reputo comunque un successo.

Per come sono fatto io tutto è perfettibile e migliorabile: ritengo che io personalmente potessi dare un briciolo di più (soprattutto all’inizio dove la tensione ha giocato un brutto scherzo) e un paio di vini mi hanno leggermente deluso, poichè le mie aspettative legate al ricordo non sono state confermate. Capita, ovvio, mi spiace solo che sia accaduto in questa occasione.

A mente fredda comunque ritengo che la degustazione abbia avuto un esito abbastanza positivo, con le persone incuriosite e che spero abbiano apprezzato il mio sforzo di raccontare quella terra e quei vini, non ovviamente come una visione totale della Valle d’Aosta enoica, ma come un semplice primo passo per lasciarsi affascinare da quella splendida terra.

About enofaber